Super manager da 1 milione | Badenoch + Clark

Super manager da 1 milione

Stipendio fisso e variabile, benefit... Ecco quanto guadagnano i dirigenti di società quotate secondo Badenoch + Clark

Inserito 26 ottobre 2021

Lo scettro del potere è saldamente nelle mani dei ceo. Lo dimostrano i numeri: lo stipendio medio di un amministratore delegato di una società quotata con fatturato superiore agli 800 milioni di euro si aggira intorno ai 900mila euro ma supera il milione se l’azienda è sul listino principale Ftse Mib. Nella suddivisone per segmento borsistico, il delta tra Small e Mib supera il 167% ma lo scostamento più importante è nella retribuzione dei ceo per fasce di capitalizzazione: tra bassa e alta la differenza è di 550 milioni, con una variazione che si attesta al 177%. Alta anche la differenza tra la retribuzione di un consigliere non esecutivo di società con un fatturato fino a 100 milioni e uno di un’azienda con un fatturato oltre gli 800 milioni di euro, che tocca il 151%. I dati, tratti dalle tabelle di queste pagine che Capital pubblica in esclusiva, sono quelli dell’Executive Compensation Outlook 2021, uno studio che analizza i compensi degli executive manager e dei membri dei board delle società quotate in Borsa realizzato da Badenoch + Clark Executive, la divisione specializzata nella ricerca e selezione di professionisti di alto profilo, in collaborazione con JobPricing. L’analisi ha tenuto conto delle relazioni sulla remunerazione e sul governo societario e sugli assetti proprietari pubblicati dalle società quotate e relative all’esercizio 2020 (ultimi dati consolidati). Aziende diverse perché il panel di quelle quotate in Borsa è molto variegato, non solo come settori di mercato rappresentati ma anche come dimensione economica, dalle big company alle aziende molto piccole. «Questa diversità è utile perché ci consente di realizzare una fotografia completa e aggiornata dei package retributivi dei vertici aziendali. Questi pacchetti hanno articolazioni più complesse di quelli dei dirigenti e sono sottoposti a specifiche discipline regolatorie a tutela degli stakeholder e degli investitori», precisa Diego Di Barletta, head of executive di Badenoch + Clark. L’Outlook ha messo in luce valori remunerativi significativi per i ceo e i direttori generali, con un compenso fisso mediamente posizionato tra 500 e 600mila euro lordi annui. Gli stipendi, come succede nel mercato tradizionale, anche nelle quotate sono direttamente proporzionali alla dimensione dell’azienda. «Le differenze sostanziali tra le retribuzioni dei manager si registrano con l’aumentare del fatturato o della capitalizzazione: più sono grandi, più crescono i compensi», chiarisce Di Barletta.

Leggi l'articolo completo